Viaggio in camper

camper

La Romania è diventata negli ultimi anni una meta adeguata anche al viaggio col camper. A chi volesse scoprire le sue bellezze turistiche in questo mezzo potrebbe cliccare qui per la lista indicativa dei campeggi presenti sul territorio.

Oradea

Con circa 200.000 abitanti, la città di Oradea è situata tra le colline del fiume Crisul Repede, molto vicina al confine con l'Ungheria. La città si presenta con un centro storico maestoso e due grandi piazze: piazza 1 Dicembre e piazza dell'Unione. La città è laboriosa, ricca di acqua nel territorio e di piccole industrie.

Le origini di Oradea si perdono nei periodi preistorici e protostorici, dal neolitico fino al romano. La città fu rasa al suolo dalle invasioni dei mongoli nel 1241, rinacque comunque sulle rovine, per divenire residenza del Re di Ungheria Mattia Corvino. I periodi successivi conobbero prosperità sotto l'impero asburgico; torno a far parte della Romania dopo il 1940-1945

Da visitare:

Piata Unirii
E' la piazza principale, che si affaccia sulle rive del fiume Crisul Repede; al centro di questa piazza si trova la Biserica Paohiala Sfantul Ladislau, questa è una chiesa cattolica con forme barocche dovute al campanile che è del recente inizio 900.

Cetatea Stelara
risale al XII secolo. Una cittadella, con pianta a forma di stella e cinque bastioni. Nel '700 venne qui instaurato il complesso che ospita alcune facoltà.

Piata Regele Ferdinand
sulla sponda del fiume Crisul Repede, nei pressi del Teatrul de Stat. Da questa piazza nasce una zona pedonale, ove è possibile fare rilassanti passeggiate, o sedersi in uno dei tanti caffè.

Muzeul Tarii Crisurilor
si trova all'interno di un magnifico palazzo teatro di incontri tra personaggi storici come quello della imperatrice Maria Teresa. Il museo nella sua vastità ospita testimonianze storiche del territorio di Oradea.

Catedrala Romano Gotica
E' il più grande edificio sacro barocco della intera Romania, con una cupola di 24 m e torri laterali alte 61 m, costruito su progetto di Giovanni Battista Ricca.

Torna su