Viaggio in camper

camper

La Romania è diventata negli ultimi anni una meta adeguata anche al viaggio col camper. A chi volesse scoprire le sue bellezze turistiche in questo mezzo potrebbe cliccare qui per la lista indicativa dei campeggi presenti sul territorio.

Romania alla fiera BIT Milano

Immagine Bit  

La Romania sarà presente anche all’edizione 2017 della BIT con uno stand di 100 mq che accoglie ben diciotto partner tra cui alcuni tour operator romeni (Acent Travel&Events, Dagecom Travel Services, Exact Tours, Invitation Romania Travel, Karpaten Turism, Romania for All, Romania Tours and Events, Severin Travel, World Travel Group), la compagnia aerea romena Blue Air, il vettore di trasporto Saiz Tour Romania, alcune strutture ricettive (catena alberghiera Karpaten Hotels, Palas International Resort e Pura Vida Hostels), degli uffici di promozione turistica e enti/associazioni locali/regionali di promozione (Associazione di Promozione Turistica della contea di Bihor, Centro di Promozione Turistica della contea di Cluj, Visit Cluj-Napoca, Visit Oradea). La manifestazione sarà l’occasione per presentare una serie di eventi organizzati dall’Ente del Turismo della Romania in Italia in collaborazione con la regione/contea di Bihor - ed il suo capoluogo Oradea - partner della Romania per la BIT 2017. Lo stand della destinazione è completamente sostenuto dai fondi del Ministero del Turismo della Romania e organizzato e curato dall’Ente Nazionale per il Turismo della Romania in Italia.


I riflettori saranno accesi sul “Turismo city break e wellness: nuove destinazioni in Romania”, grazie a diverse novità nell’ambito dei collegamenti aerei dal Nord Italia verso la Romania. In questo senso sono previste due presentazioni con lo scopo di far scoprire agli italiani nuove alternative di viaggio in Romania, mete europee valide e interessanti addatte a tutte le età e le tasche. La prima presentazione è prevista domenica 2 aprile alle 14.00, mentre la seconda lunedì 3 aprile alle 15.00, entrambe presso la sala dell’Adutei Village - Padiglione MICO 0 Ala Sud, stand A03 - B04.


La Romania si presenterà, inoltre, con la sua ricca offerta turistica con un occhio di riguardo verso il turismo culturale, i city breaks, il turismo religioso e verde, i principali prodotti turistici richiesti per la destinazione in Italia. Come regioni storiche non mancheranno la famosa Transilvania con la sua allure misteriosa, le sue città Medioevali e le chiese fortificate Patrimonio dell’Unesco, la Bucovina con i suoi capolavori dipinti sulle mura esterne, che le rendono uniche al mondo, il tradizionale Maramureş, con la sua natura e l’arte del legno, ed il Delta del Danubio con i suoi canali d’acqua e la fauna variegata, nonché tutta l’area naturalistica dei Carpazi e le alternative per il turismo balneare. Quest’anno, per la prima volta, porteremo l’attenzione sulla storica regione Crişana, con la sua città capoluogo Oradea, gioiello nazionale dell'architettura Art Nouveau che regala ai turisti la sensazione di camminare in un gran museo dell'architettura all'aperto. Con poche altre città europee, Oradea fa parte della Rete Europea delle città Art Nouveau ed è caratterizzata da un mix esotico di culture dell'est e dell'ovest. Inoltre, la sua immediata vicinanza alle terme Băile Felix fanno di Oradea una meta perfetta per un soggiorno abbinato al relax.


La Romania è presente alla BIT fin dalla sua prima edizione. Questa fedeltà è dovuta al fatto che l’Italia si mantiene in classifica tra i primi paesi che generano flussi turistici per la Romania, sia per il leisure che per il business. In questa edizione presenteremo alcune novità in linea con le richieste del mercato: destinazioni per turismo attivo e di avventura, una ricca serie di eventi nelle maggiori città dedicati a tutte le età e anche iniziative per le nicchie termali e balneari. Il turismo termale, difatti, continua a crescere con successo.


Secondo i dati relativi al 2016, la Romania si riconferma una destinazione di grande interesse per il viaggiatore italiano. Lo scorso anno la destinazione ha registrato oltre 425.000 arrivi di turisti italiani, con una crescita del 35% rispetto al 2015. Il 2017 sta già registrando i primi numeri positivi: il mese di gennaio ha visto un incremeneto di oltre il 45% rispetto allo stesso mese del 2016. Le principali attrazioni si confermano la Transilvania, con il cosiddetto Castello di Dracula (a Bran) e le città principali come Braşov e Sibiu, la regione della Bucovina con i monasteri dipinti e la capitale Bucarest, con l’attiva vita culturale e il grande centro termale, ma anche per le varie possibilità di divertimento. Bucarest è sempre più gettonata come destinazione per i city breaks ma anche come ottima base per i circuiti culturali in più zone della Romania. La capitale Bucarest, in questo inizio di 2017, si posiziona proprio come una destinazione di tendenza, soprattutto per la fascia giovani.


Nel 2017 la Romania ospiterà due eventi di rilevanza europea ed internazionale. Il Festival Untold di Cluj-Napoca (3-6 agosto) fu organizzato per la prima volta nel 2015 per il progetto europeo “Cluj-Napoca, Capitale Europea della Gioventù” e vinse immediatamente il premio “Best Major European Festival”. Il secondo evento è rappresentato dal Festival Internazionale “George Enescu”, uno dei principali di questo genere in Europa, che nel periodo dal 2 al 24 di Settembre 2017 trasformerà la capitale Bucarest in un grande palco artistico e creativo.


Allo stand della Romania i visitatori avranno la possibilità di ammirare opere d’arte dipinte in stile bizzantino firmate Bogdan Solomenco, artista romeno trasferitosi in Italia nel 2010 e specializzato anche in arte murale, nonché l'opera  "Mutarea" di Cristina Lefter, dedicata al grande scultore Constantin Brâncuşi. Il titolo dell’opera in romeno significa "in movimento" e proprio dinamiche, in divenire, appaiono le forme create dall'artista, utilizzando soltanto il colore, tramite un uso sapiente della tecnica del dripping di memoria pollockiana, che si fa più prossimo alla figurazione, in modo lirico e opportunamente calibrato. Ecco allora, per ogni seduta, il ritratto del medico Nicolae Paulescu, il filosofo e antropologo Mircea Eliade, il filosofo Emil Cioran, la cantante Maria Tanase, il poeta e scrittore Mihai Eminescu, il musicista, compositore e direttore d'orchestra George Enescu e sul tavolo stesso l'amato viso di Constantin Brâncusi. L’arte tradizionale della Romania verrà presentata durante la giornata di domenica 2 aprile, quando un gruppo di donne romene mostreranno al pubblico come avviene la lavorazione degli abiti tipici. Tutta questa partecipazione artistica è resa possibile grazie all’ottima collaborazione con ARCA – Associazione di Promozione Sociale e OES HUB – Associazione Oportunità Evidenza Sostenibile HUB.


Allo stand della Romania saranno, infine, disponibili degli assaggi di prodotti tipici della Romania, in particolare provenienti dalla Regione/Contea di Bihor – partner dell’Ente del Turismo della Romania in Italia alla BIT 2017, ma anche spettacoli di ballo nella giornata di martedì 4 aprile. Domenica 2 aprile alle ore 16.00, lo chef Marco Di Lorenzi – vicepresidente dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani e esperto assaggiatore ONAF – realizzerà la “plăcintă”, una ricetta romena tipica della regione Bihor.

Vi aspettiamo allo stand D15 D21 E16 E22 in MiCo Ala Sud 0!

 

 

Torna su