Viaggio in camper

camper

La Romania è diventata negli ultimi anni una meta adeguata anche al viaggio col camper. A chi volesse scoprire le sue bellezze turistiche in questo mezzo potrebbe cliccare qui per la lista indicativa dei campeggi presenti sul territorio.

LA FESTA "Sânziene"

sanzieneIl 24 giugno la Romania, oltre alla festa della nascita di San Giovanni Battista celebra la giornata delle "Sânziene". Le "sânziene" sono delle bellissime fanciulle con poteri magici che nella notte precedente il 24 giugno volano e caminano sulla terra. La parola stessa "sânziene", costruita da "sân" ovvero sante e "ziane" o fate denota un significato suggestivo legato allo straordinario. La parola si riferisce anche ad un fiore di campo, di colore giallo-dorato con piccole fiorenscenze, ricche di polline e con una frangranza forte di fieno e miele. Anche se toccata con molta finezza, "il fiore del solstizio estivo" forma una pioggia fine di particoli dorati. E' chiamata così non a caso in quanto la festa è vicina al solstizio estivo, ma anche perché ha un periodo di vita molto breve, come se sbocciasse soltanto per festeggiare l'inizio d'estate e la richezza della stagione iniziata.

Nella notte del 23 giugno le fate toccano magicamente con il loro ballo la terra e i prati e di seguito tutte le erbe e le piante ricevono proprietà curative contro qualsiasi malattia. I loro poteri rappresentano purezza, salute e ricchezza della stagione appena iniziata. Però anche i giovanni dei villaggi devono preparare il loro arrivo, le fanciulle devono raccogliere il giorno 23, prima del tramonto, i fiori "sânziene" e intrecciare delle corone che poi vengono lanciate sul tetto della casa per portare fortuna in matrimonio. I ragazzi invece per attirare le fate fanno dei fuochi sui prati. Ci sono varie leggende sulla bellezza e sulla positività della sanziene, alcune versioni le classificano come delle fate cattive che puniscono le persone che non celebrano la loro festa. In tutte le leggende però le sanziene proteggono la giustizia, e la purezza dell'anima.

Le origini di questa festa non si conoscono. Certe voci sostengono che sia di origine geto-dacica legata al rito del sole, altre invece la legano ai romani, al colto della Dea Diana e alla sua bellezza. In ogni caso, la festa delle Sanziene e l'unica festa di origine pagana accetatta col suo vero nome nel calendario ortodosso.

 

NUOVI COLLEGAMENTI AEREI

blue-airLa parte nord della Romania promossa attraverso i nuovi voli diretti della Blue Air. Sono stati avviati da poco i nuovi voli diretti dal Nord della Romania verso l'Italia settentrionale. Si tratta dei due nuovi collegamenti bisettimanali da Satu Mare per Venezia e Torino operati dal vettore romeno low cost Blue Air. I collegamenti sono operativi da giugno ad ottobre, ogni lunedì e mercoledì per Venezia, mentre per Torino tutti martedì e venerdì.

La città di Satu Mare oltre a essere se stessa una destinazione che mostra palazzi e luoghi di culto di grande valore storico-culturale, è anche un punto di riferimento per partire alla scoperta del estremo Nord della Romania, nella zona di Maramures. Maramures è particolare per le sue costruzioni tradizionali e chiese lignee patrimonio Unesco dell'Umanità, per le sue tradizioni ancestrali e l'artigianato tipico, la natura incontaminata e non per l'ultimo per l'accoglienza calorosa.

 

CASTELLO BRAN - SEDE DEGLI ORRORI MEDIOEVALI

branCastello Bran, noto piuttosto come Castello di Dracula, fa venire ancora più brividi. Fino ad ottobre l'attrazione ospita una mostra di strumenti di tortura utilizzati nel periodo medievale come mezzi di punizione. Tra i 53 oggetti e strumenti esposti si trovano la vergine di ferro, la bilancia delle streghe, la sedia inquisitoria arricchita da aculei di 5 cm, la culla di Giuda, il letto di Procuste, lo schiacciatesta, lo schiacciapollici, lo spaccaginocchia, le "maschere della vergogna", il "solletico spagnolo", seghe, ascie, pinze, manette, catene di ferro e la celeberrima cintura di castità. A vedere la mostra anche il conte Dracula si spaventerebbe.

Gli oggetti portati dall'Italia e dalla Spagna sono provenienti da una collezione privata.

Il costo dell'ingresso non supera i 2,50 euro. Vietato l'accesso ai ragazzi sotto 16 anni.

Torna su